Cerca nel sito:

Astrorobots in 3d

Di Gianluca Panebianco, Data di pubblicazione: 18 Luglio 2001, Ultimo aggiornamento: 18 Luglio 2001

Gli astrorobots sono 4, ma a parte delle leggere differenza sono simili a coppie. Infatti, se notate bene, Yshida e Ynta Robot hanno il corpo praticamente uguale, e lo stesso accade per gli altri 2 Robot (Illy e Yanosh Robot). Per questo motivo ho realizzato questi due robot uno dopo l'altro in due o tre giorni... 8)

I modelli 3d

Yshida Robot : E' il primo degli Astrorobot che ho realizzato. Nonostante quando ero piccolo il mio preferito fosse Yanosh, questo mi è sempre piaciuto per la sua colorazione vivace... ^_-
Il problema piu' grande in questo robot è la sezione collo/testa, in quanto l'astronave, agganciandosi sul collo, non puo' piu' essere spostata a meno di evidenziare errori nella visualizzazione dei poligoni. Percio' qualsiasi movimento della testa deve essere realzzato muovendo unicamente il collo (poco simile al cartone... e poco realistico).
Come potete osservare, le cosce sembrano staccarsi dal bacino: e' un effetto voluto, in quanto l'attaccatura delle cosce dal bacino e' proprio cosi' nel cartone (anche se no sempre si nota): infatti e' da una feritoia che si trova in cima alle gambe che escono le asce con le quali questo robot combatte spesso.
Per terminare, ecco qualche numero: Yshida Robot cosi' come lo vedete in queste immagini e' formato da 47 oggetti, per un totale di 19.740 poligoni. Di questi, 2.308 sono stati utilizzati per la sola testa.

Ynta Robot : Come ho detto precedentemente, Ynta Robot e' molto simile a Yshida (veramente a me ricorda molto anche Mazinga Z), e per questo e' stato modellato assieme ad esso. Le uniche differenze riguardano le gambe, la testa, e piccolissimi altri particolari.
Il modello 3D e' formato da 21.922 poligoni, 5.640 dei quali per la testa.

La Serie

La serie degli Astrorobot, prodotta dalla Ashi per conto della Nippon Animation nel 1976 ed originariamente chiamata Blocker Gundan IV Machine Blaster, si compone di 38 episodi. In Giappone e' una delle tante serie robotiche che cominciano ad essere trasmesse dopo il grande successo ottenuto da Mazinga Z. Il concept dei robot giganteschi pilotati dall'interno da un essere umano deve ancora essere presentato in tutte le salse possibili, ed ecco che con gli Astrorobot compare per la prima volta (o giu' di li') un gruppo di super robots "buoni" - quattro in questo caso - e della medesima potenza (non come nella serie di Mazinga in cui il robot principale era coadiuvato solo marginalmente da altri robot minori, come Boss Robot, Venus Alpha, ecc) che combattono assieme per difendere il pianeta.

In Italia gli Astrorobots arrivano nel 1980 trasmessi, come spesso in quegli anni, dalla tv di stato (RAIDUE), accompagnata da una buona sigla iniziale, performata per l'occaisone dagli Ypsilon.

La Storia

[tratta dalla ENCICLO*ROBO*PEDIA - special thanks to Hinomaru!]

La Terra è invasa dagli Atlantidi, discendenti dell'antico popolo dei Moguru, risvegliatisi dopo un sonno millenario. Il dottor Hojo, studioso di storia Moguru, viene ucciso insieme alla moglie da sicari dell'antico popolo, prima che porti a termine preziose ricerche ma riesce comunque ad affidare i suoi progetti al Dottor Uri, capo dell'Organizzazione per la Difesa del Mondo.
Il dottoro Hojo, ha progettato quattro straordinari robot che però possono essere pilotati da persone dotate di un potere speciale. Il dottor Uri, per realizzare il progetto di Hojo ordina di rapire alcuni ragazzi dotati del suddetto potere : Ylly, Yanosh e Yinta tutti dotati dell'Organo Ypsilon, il magico fluido che permette loro di controllare i 3 Robot giganti.
Il quarto ragazzo arruolato è Yoshida, l'assistente del dottor Uri, che possiede anch'egli l'organo Y. Il giovane diventa il leader degli Astrorobot e controlla il quarto robot.
Gli Astrorobot deve combattere Hellqueen, la malefica regina degli Atlantidi coadiuvata dai perfidi e servizievoli consiglieri Zanga e Gorosky. La regina muore nel corso della serie e viene rimpiazzata dalla sorella Sandra che guiderà i Moguro con altrettanto fervore.



Guarda altre gallerie e renderings sugli Anime robots in 3d







Inserisci il tuo commento