Cerca nel sito:

Blog

Di Gianluca Panebianco, Data di pubblicazione: 8 Novembre 2011, Ultimo aggiornamento: 8 Novembre 2011

Immesse sul mercato qualche anno fa quasi come un gadget tecnologico a solo appannaggio di smanettoni appassionati di grafica e di fai-da-te, oggi le stampanti 3d in ambito consumer stanno diffondendosi sempre di più, ed iniziano ad entrare anche nel mercato professionale low-cost sia per la prototipazione rapida sia soprattutto in quello consumer.

Una delle ragioni di questo successo è, indubbiamente, la possibilità di procurarsi una stampante 3d che dia buoni risultati, ad un costo molto ragionevole. Oggi infatti è possibile trovare sul mercato stampanti 3d di buona qualità a prezzi anche inferiori ai 200 euro.

In questo articolo vogliamo quindi fornire una breve ed incompleta lista di stampanti 3d entry level ma non solo, con le quali è possibile non solo approcciarsi per la prima volta all'affascinante mondo della stampa 3d, ma anche ottenere dei risultati di ottima qualità, che vi daranno molte soddisfazioni.

Troverete i seguenti paragrafi

  • Pro e contro di una stampante 3d
  • Dove acquistare una stampante 3d
  • Stampanti 3d, la base: Creality Ender 3 e Creality Ender 3 Pro
  • Stampanti 3d, le versioni avanzate: Creality CR-10 e Creality CR-10S
  • Stampanti 3d, nuovo nome ma più economico: Alfawise U20 e U30
  • La mia scelta e conclusioni

Pro e contro di una stampante 3d

Facciamo una premessa (1): avere una stampante 3d del tipo che sto presentando in questo articolo non è una cosa facile per chiunque. Non è come avere una stampante laser o a getto di inchiostro (installi i drivers, apri word, scrivi due cose e mandi in stampa).

Seconda premessa: non voglio avere la pretesa di scrivere un articolo esaustivo. Mi sto affacciando alla stampa 3d da poco e sto semplicemente riportando le mie esperienze e qualche informazioni che ho trovato online da siti più specifici sull'argomento.

Terza e ultima premessa: come vedrete ho omesso moltissimi altri tipi di stampanti similari a quelle sotto riportate, oppure che stampano con materiali diversi. In questo articolo si parla quindi di Stampanti 3d che stampano in PLA, PETG e ABS.

Sono necessarie alcune conoscenze specifiche oltre che installare software specifici non proprio alla portata di tutti e non del tutto "clicca-e-vai!".

La maggior parte di queste stampanti, una volta acquistate richiede una certa cura sia nell'assemblaggio, sia nella taratura iniziale. Fatto questo, non dovrete necessariamente installare drivers sul vostro computer: potete semplicemente mettere il file che vorrete stampare su una chiavetta (o memory card) e inserirla nella stampante 3d.

Ecco, il file da stampare. Certo, online ci sono tantissimi siti che vi consentono di scaricare molti oggetti già pronti. Ma il bello di questo hardware è poter creare autonomamente i propri progetti: per far questo è necessario avere conoscenze di software 3d (uno qualunque, ad esempio Blender per citare un software gratuito) e nello specifico di alcuni settaggi necessari a far si che un oggetto venga correttamente stampato in 3d. Fatto questo dovrete poi elaborare il vostro file all'iterno di uno "slicer", software che convertirà il vostro oggetto in dati da dare in pasto alla Stampante 3d. Uno dei più conosciuti è Cura (open source e fornito con la maggior parte delle stampanti 3d, ma potete scaricarlo anche dal sito ufficiale).

Altra cosa da considerare è il costo dei materiali di consumo, ad esempio una bobina da 1kg di PLA costa circa 20-30 €, da considerare con tutto il resto.

Dove acquistare una stampante 3d

Innanzitutto iniziamo col rispondere ad una domanda forse banale ma importante: dove si possono trovare, dove possiamo acquistare una stampante 3d?

Esistono sicuramente molti negozi in diverse città italiane, ma probabilmente la maggior parte di noi vorrà ordinarle online.

Io vi cito tre store online da cui poter iniziare le vostre ricerche o, perchè no, effettuare i vostri acquisti:

  • GearBest.com: attualmente è l'unico sito da cui poter acquistare le stampanti 3d della Alfawise. Essendo uno store cinese, verificate dove si trova il prodotto che state acquistando, ovvero che provenga da magazzini europei, in modo da ridurre i tempi di consegna ed evitare le tasse alla dogana (che faranno lievitare non poco il vostro investimento). Attenzione ai costi di spedizione che possono essere elevati in alcuni casi.
  • Banggood.com: altro store cinese dove potrete trovare numerose stampanti 3d nonchè componentistica a prezzi davvero competitivi. Come per GearBest, il problema più grosso risiede nel fatto che in molti casi dovrete attendere alcune settimane per la consegna del prodotto e, il customer care non è al livello di Amazon quindi in caso di problemi avrete maggiori difficoltà nell'avere assistenza o richiedere un rimborso. Anche qui, attenzione ai costi di spedizione.
  • Amazon.it: ovviamente non poteva mancare il colosso americano. Sono disponibili diversi venditori, alcuni dei quali usano la "Spedizione con Amazon" che vi consentirà di avere la vostra stampante 3d a casa in meno di 5 giorni (e senza avere Amazon Prime!) e senza costi di spedizione. I prezzi sono comunque più alti ma potrete godere di maggiore assistenza e protezione in caso di problemi. Oltre ad evitare spiacevoli extra-spese come quelle che vi ho citato prima.

Fatta questa (doverosa premessa) iniziamo con l'elencare quelle che (a mio avviso) sono le stampanti 3d più interessanti del 2019.

Stampanti 3d, la base: Creality Ender 3 e Creality Ender 3 Pro

Indubbiamente se le stampanti 3d consumer stanno aumentando considerevolmente il bacino di utenti, una delle ragioni principali è data dai prodotti della Creality, marca cinese che ha realizzato una serie di stampanti 3d "semplici ma performanti", ed indubbiamente anche economiche. Tra queste, quella che ha avuto il maggior successo è la Ender 3, che nel corso del 2018 è stata affiancata dalla Ender 3 Pro, versione migliorata in alcuni componenti per renderla più affidabile e semplificarne le operazioni di manutenzione e taratura.

Le Ender 3 hanno un piano di stampa di 22x22x25cm hanno un solo asse-z e come tutti i prodotti Creality sono facilmente aggiornabili e espandibili grazie ad un mercato fornitissimo di pezzi di ricambio dal costo contenuto.

Vengono consegnate semiassemblate, ovvero dovrete passare un po' di tempo (variabile a seconda della vostra esperienza, ma compreso tra mezz'ora e 3 ore) per avvitare e/o collegare tutte le parti ed i componenti.

La Creality Ender 3 viene venduta a circa 220€, mentre la Creality Ender 3 PRO a circa 250€

Stampanti 3d, le versioni avanzate: Creality CR-10 e Creality CR-10S

Le CR-10 sono le versioni migliorate rispetto alle Ender 3, vantano un piano di stampa da 30x30x40cm, e nel caso della CR-10S un doppio asse Z che le rende più affidabili per la stampa 3d di modelli di grandi dimensioni. Inoltre, hanno la parte logica e di controllo (processore, alimentatore, display) separato dalla parte meccanica, che le rende più facilmente inseribili all'interno di un box ("enclosure" in inglese, se volete divertirvi su Youtube a trovare modi ingegnosi ed economici per creare il vostro) per evitare sbalzi di temperatura dovuti all'ambiente in cui si trova la stampante e, soprattutto, per non spargere i fumi e le polveri dei materiali di stampa nella vostra stampante i quali, è bene ricordarlo, nella maggior parte dei casi sono cancerogeni o nocivi per la salute e, in ogni caso, non dovrebbero essere respirati.

Anche le CR-10 vi arriveranno in un imballo solido e con alcune parti preassemblate, e che dovrete completare da soli. Rispetto alle Ender 3, le operazioni di assemblaggio sono molto inferiori ed il tempo richiesto sarà ridotto.

La Creality CR10 viene venduta a circa 370€, mentre quello della Creality CR-10S è di circa 400€

Stampanti 3d, nuovo nome ma più economico: Alfawise U20 e U30

Sarà forse una semplificazione, ma nell'ultimo anno un nuova marca cinese ha preso la ribalta delle stampanti 3d: il suo nome è Alfawise, meno conosciuta della più diffusa Creality anche per il fatto che non viene venduta se non nello store cinese di GearBest.

La qualità delle stampe è molto alta ed i modelli di punta sono l'U30 (il primo ad essere immesso sul mercato) e l'U20, che possono essere paragonati all'Ender 3 (il primo) ed alla CR-10 il secondo, tanto che la la maggior parte della componentistica di ricambio può essere utilizzata indifferentemente sulle stampanti 3d di entrambe le marche.

Il prezzo è in alcuni casi notevolmente inferiore alle Creality, e a quanto si legge online l'affidabilità è sullo stesso livello.

L'Alfawise U30 costa circa 160 Euro, mentre la U20 circa 260 Euro. Se doveste acquistare queste stampanti controllate molto bene in quale magazzino si trovano, se in Europa o no, altrimenti potreste dover attendere anche più di un mese e vedervi accollati costi di sdoganamento piuttosto elevati.

La mia scelta e conclusioni

Per quanto mi riguarda alla fine di un lungo meditare ho scelto la Creality CR-10S acquistandola su Amazon. Anzi esattamente questa Creality CR-10S (quella della Comgrow); in questa pagina troverete anche una mia breve recensione con foto.

Devo dire che al momento sono molto soddisfatto della scelta. Nelle prossime settimane pubblicherò una breve recensione con alcune foto delle realizzazioni 3d.

Continua a leggere "Guida alle stampanti 3d entry level (2019)"...

Giant Robot in 3d

Il modello di Giant Robot in 3D è stato iniziato nel 2002 e, dopo una lunga pausa, ripreso e completato nell'aprile/maggio 2005.
Il modello 3d è stato realizzato quasi completamente in sub patches.





Guarda altre gallerie e renderings sugli Anime robots in 3d



Continua a leggere "Giant Robot in 3d"...

Dopo quella che ho pubblicato nel 2016, anche quest'anno vi propongo la mia personalissima lista di eventi, corsi e congressi da poter seguire nel corso di questo 2017.

Qui troverete tuttavia solo eventi che riguardano l'Italia, dal momento che per il nostro paese non esistono liste di questo tipo. Gli eventi riguardano principalmente argomenti relativi al web marketing (SEO, Web Marketing, Email Marketing e Social web marketing), anche alla programmazione - jquery, php - o alla grafica in generale (Unity, UX-Design, 3d, stampa 3d) fino all'animazione ai videogames ed agli eventi che svolgono il ruolo di incubatori per startups, che si terranno in Italia nel corso del 2017.

Continua a leggere "Eventi, corsi e workshops su web marketing, sviluppo web, ux design, 3d e animazione in Italia nel 2017"...

In questa pagina potete visionare uno dei progetti in cui sono stato coinvolto come 3d artist per la realizzazione di un Anime Super Robot in una produzione con licenza ufficiale.

Il cliente - High Dream Corporation, società giapponese che realizza giocattoli, modellini e merchandising dietro licenza fin dal 1997 - mi ha voluto come 3d artist e parte del suo team di professionisti coinvolti nella realizzazione di questo progetto.


Questa foto mostra il prodotto finale del Super Robot Anime giapponese:
l'altezza totale della statua è di 50cm

Attualmente la statua è disponibile per l'acquisto come "fine art cold cast statue", in edizione limitata (solo stati prodotti solo 200 pezzi), e con una serie di caratteristiche che la rendono un prodotto per collezionisti, come:

  • Altezza totale 50cm,
  • Peso complessivo 7kg,
  • La statua è fornita di una serie di led per avere degli effetti di luce su alcune parti;
  • Ogni statua viene venduta con un Serial number che ne indica l'unicità.
Continua a leggere "Realizzazione come 3d artist di una statua alta 50cm di un famoso Super Robot Giapponese, per collezionisti in edizione limitata"...

27 ottobre 2016, ore 15:30 - Viewconference 2016, Torino. Akili è una società statunitense che ha l’obiettivo di studiare l’effetto terapeutico dei videogiochi in persone affette da malattie cognitive, come l’autismo, l’alzheimer, ecc.

Hanno sviluppato negli ultimi anni alcuni “videogames terapeutici”, appunto per cercare di curare questo genere di malattie, ma non solo. Ci spiegano che il loro approccio si basa sul fondamento per il quale, oggi, facciamo molto per il nostro benessere fisico: wellness, attività fisica, sport, ma in generale non facciamo nulla per sviluppare il nostro cervello che, se durante l’arco della giornata fa sempre le stesse cose, si rilassa. Spesso per incrementare le nostre prestazioni cerebrali utilizziamo dei farmaci, delle molecole che aumentano l’efficienza o la capacità mentale, ma questo tante volte non basta, o può in alcuni casi essere dannoso e controproducente.

Continua a leggere "Neuroscienze e videogiochi, a New Class Medicine (by Akili)"...

26 ottobre 2016, ore 18.30 - Viewconference, Torino. Questo talk è stato tenuto da Ryan Tudhope, VFX Supervisor per il film Deadpool e cofondatore dello Studio Atomic Fiction.

Tutti gli shots sono stati renderizzati con Conductor (www.renderconductor.com), un servizio di cloud-based rendering del quale si sono avvalsi soprattutto negli ultimi 2 mesi, in cui hanno realizzato il 70% dei renderings totali, addirittura il 20% in una sola settimana, usando in media 32.000 cores.

Continua a leggere "Decostruire la scena d’apertura di Deadpool"...

28 ottobre 2016, ore 17:30 - Viewconference 2016, Torino. Più che presentare l’ultimo film di animazione su cui ha lavorato, Conrad Vernon (Co-regista in Sausage Party) ci racconta della sua carriera, a partire da quando era un ragazzino: la scintilla che ha fatto scattare in lui la voglia di avvicinarsi a questo mondo è stato all’età di 13 anni grazie al film di animazione “Heavy Metal”, o per meglio dire il suo trailer, dal momento che per anni la madre gli proibì di vederlo a causa delle molte scene di nudo o allusive.

Continua a leggere "Directing a Career, by Conrad Vernon (Sausage Party)"...

27 ottobre 2016, ore 16:30 - Viewconference 2016, Torino. Barry Meade, co-founder di Fireproof Games ci racconta il processo che ha portato alla creazione dell’azienda e della creazione del videogioco The Room, gioco dell’anno per iPad nel 2012. Barry ha un’esperienza di animatore nel settore dei videogiochi, sviluppatasi sopratutto all’interno del team di Criterion Games, lavorando soprattutto in videogiochi di guida come Burnout 3, Burnout 4, Burnout Pradise ed anche a Black. Con i suoi colleghi, si è creata una amicizia e una unità di intenti tale da decidere di lasciare il lavoro per intraprendere la strada solitaria fondando una nuova software house indipendente.

Continua a leggere "Realizzare “The Room” ed il perduto business dell’arte (Barry Meade, co-founder di Fireproof Games)"...

28 ottobre 2016, ore 9:00 - Viewconference 2016, Torino. In questo talk Karen Dufilho-Rosen - executive producer del team Google Spotlight Stories - ci presenta il video VR da loro realizzato e dal titolo Pearl, che può essere visualizzato con un qualunque visore per la realtà virtuale, come ad esempio Cardboard di Google (che potete trovare, tra le altre parti, nel Play Store o su Amazon).

Continua a leggere "Pearl by Google: progettare storie nei nuovi media (by Karen Dufilho-Rosen)"...

28 ottobre 2016, ore 10:00 - Viewconference 2016, Torino. Il Prof. Donald Greenberg può essere definito il padre della computer graphics. E’ lui con le sue ricerche, i primi test e le prime animazioni negli anni 60 ad aver aperto la strada al mondo del 3d come lo conosciamo al giorno d’oggi. Ancora oggi gli studi del professor Greenberg sono supportati e finanziati da moltissime aziende come ad esempio Microsoft, Pixar, Dreamworks, Valve, Oculus, e molte altre.

Continua a leggere "La storia della computer graphics del Prof. Donald Greenberg"...

< PRECEDENTE SUCCESSIVO >