Cerca nel sito:

Daitarn 3 in 3d

Di Gianluca Panebianco, Data di pubblicazione: 8 Giugno 2000, Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2000

I modelli in 3d

Daitarn 3 : la modellazione del robot potrebbe apparire abbastanza semplice in quanto la maggior parte degli elementi di cui si compone sono quasi tutti dei parallelepipedi. Tuttavia, come spiego anche nel mio tutorial, molte sono le insidie che un robot a "sezione quadrata" presenta, soprattutto in fase di animazione.
Ho cercato, percio', di avere molta cura soprattutto all'altezza delle giunture per evitare ogni possibile sbavatura durante il movimento del robot. Inoltre, ho modellato il corpo cercando di rendere possibile la trasformazione del robot almeno nell'astronave, per riproporre la sequenza di trasformazione "classica", quella appunto da astronave a robot che viene proposta in ogni puntata della serie televisiva prima del combattimento col Megaborg.
Per questo motivo il robot e' composto da 22.013 poligoni, di cui 3.277 per la testa e 6.181 per le mani.

Modello 3D realizzato nel settembre 1999; renderings realizzati tra il settembre 1999 ed il giugno 2000.

La storia

Il dottor Haran Sozo, scienziato affermato, da' vita ad una nuova razza di esseri pensanti: i Meganoidi, dei cyborg ottenuti impiantando ad esseri umani dei congegni elettronici solo dopo una lobotomizzazione (o qualcosa del genere). Questi esseri sfuggono pero' al controllo del loro creatore e, sotto la giuda di Don Zauker e della sua "traduttrice" Koros, si rifugiano su Marte con l'intenzione di invadere la Terra e trasformare tutti gli esseri umani nella loro razza "perfetta".
Per questo scopo uccidono lo scienziato Haran e sua moglie, ma il figlio, Banjo, grazie all'aiuto di un'astronave / robot / carro armato trasformabile chiamato Daitarn 3 riesce a sfuggire e rifugiarsi sulla Terra. Qui, con la collaborazione dal suo fedele maggiordomo Garrison, prepara una base all'interno di una lussuosa villa per distruggere i Meganoidi.
Questo e' l'antefatto. Ai due si aggiungeranno presto (gia' nella prima puntata) due bellissime quanto smaliziate ragazze, Beauty e Reika, ed in seguito (seconda puntata) Toppy, un coraggioso ragazzino.
Cominciano cosi' le avventure di Haran Banjo che aiutato dal suo team, dovra' contrastare gli attacchi dei Meganoidi prima, e per ricacciarli indietro dovra' combattere col suo Robot faccia a faccia contro il Megaborg, cioe' il comandante della missione Meganoide ingignatito di circa 40 volte e reso superpotente, che come estremo tentativo cerca di sconfiggere personalmente l'opposizione del Daitarn 3.
La serie termina con l'atteso scontro tra il Daitarn e Don Zauker. Infatti, nel momento in cui i Meganoidi decidono di distruggere la Terra scagliandole contro il pianeta Marte, Haran Banjo decide di partire per il pianeta rosso e affrontare una volta per tutte il potente Don Zauker. Eludendo gli attacchi meganoidi, il Daitarn riesce prima a sconfiggere Koros, la vera artefice dell'aggressione meganoide, quindi Don Zauker.
La fine lacia un po' di nostalgia, con i nostri eroi che vanno ognuno per la loro strada.
L'immagine finale e' tutta per Garrison che in attesa dell'autobus che lo portera' via, sotto una pioggia fittissima, saluta la villa di Banjo in cui brilla ancora una luce solitaria...

Il Robot

Alto 120 metri, pesante 800 tonnellate ed alimentato ad energia solare, Daitarn 3 e' stato progettato e costruito dal Dott. Haran Sozo, padre di Banjo (protagonista della serie).
E' capace di trasformarsi in 3 diversi tipi di mezzi: l'astronave, che e' anche la configurazione in cui si trova quando e' in "stand by", il robot, ed il carroarmato.
Il modulo del Daitarn 3 puo' essere chiamato attraverso un trasmettitore dalla forma di medaglione. Per poterlo pilotare e' pero' necessario che la Mach Patrol, un'automobile in grado anch'essa di trasformarsi in velivolo, entri all'interno del robot; a questo punto la cabina della vettura viene staccata e fatta giungere alla sala di controllo del robot.
Il pilota non ha una visione esterna diretta, ma puo' osservare quanto accade nei dintorni attraverso una serie di monitor.



Guarda altre gallerie e renderings sugli Anime robots in 3d





Inserisci il tuo commento