Cerca nel sito:

Goldrake in 3d

Di Gianluca Panebianco, Data di pubblicazione: 15 Marzo 2000, Ultimo aggiornamento: 15 Marzo 2000

I modelli in 3d

Goldrake : Il modello 3D e' stato realizzato sulla base degli altri robots nagaiani. La testa (ancora incompleta e da rivedere profondamente) e' stata aggiunta solo successivamente. Il rendering del robot e' stato realizzato nell'agosto del 2001 utilizzando la stessa scena adoperata per Baldios e King Star (Calendar Man).

Astronave di Vega : l'astronave di Vega e' un modello molto semplice, soprattutto in considerazione del fatto che e' simmetrico, percui i tempi di modellazione sono stati molto contenuti. L'astronave non presenta grosse difficolta', ma essendo formata in prevalenza da elementi tondeggianti, per una riproduzione fedele bisognava utilizzare molti poligoni. Ho cercato di trovare il giusto compromesso tra numero di poligoni e qualita': il modello risulta cosi' composto da 7.338 poligoni.

Il modello e' stato realizzato nel dicembre del 1999 mentre i rendering risalgono al dicembre1999/marzo2000.

Minidischi : i minidischi di Vega sono stati realizzati in poco tempo, anche se il lavoro di affinamento e' stato un po' travagliato a causa delle discrepanze sulla loro forma e sul colore. Il modello finale e' composto da 1.254 poligoni, ed e' stato completato con textures sia procedurali (un po' di fractal noise per simulare lo sporco), sia di immagini.

La storia

Il pianeta Fleed, abitato da una civilta' avanzata e pacifica, viene attaccato dall'esercito di Vega, un popolo volto alla conquista dell'Universo. Tutta la popolazione viene brutalmente assassinata, e solo il giovane principe Actarus (Duke Fleed originariamente) riesce a fuggire a bordo di Goldrake, un robot che inserito all'interno di un modulo volante, e' capace di voli interstellari.

Actarus trova rifugio sulla Terra, dove viene accolto dal Dottor Procton, capo di un segreto Centro di Rocerche Spaziali, che lo alleva come un figlio, facendolo crescere nel verde della natura in una fattoria abitata da un simpatico quanto irascibile vecchietto, Rigel, ed i suoi figli Venusia e Mizar.

Quando strani oggetti volanti vengono avvistati dal centro di ricerche, viene chiamato in aiuto Alcor (nella serie originale Koji Kabuto, l'ex pilota di Mazinga Z andato negli USA per seguire degli studi sugli extraterrestri). Actarus capisce ben presto che si tratta delle forze di Vega, e giura di proteggere a costo della propria vita il suo nuovo pianeta.
All'inizio sembra che tra i due giovani ci sia una reciproca antipatia, ma basteranno poche puntate e le azioni coraggiose di entrambi per far nascere una reciproca stima ed una profonda amicizia.
Nei primi episodi Alcor aiuta Goldrake con il TFO, una specie di UFO progettato e costruito da lui stesso; tuttavia questo veivolo si rivela subito poco utile per i combattimenti. Per questo motivo il dottor Procton progetta Goldrake 2, un modulo volante piu' adatto al combattimento e che puo' agganciare Goldrake per facilitarne i combattimenti aerei.
Nelle successive puntate fara' anche la comparsa, un paio di volte, il vecchio amico di Alcor, Boss, e rivedremo quindi la vecchia gloria delle precedenti serie nagaiane Boss Robot. Spesso Actarus si trova in difficolta', ma riesce sempre a cavarsela, grazie all'aiuto dell'amico Alcor, o addirittura agevolato dalle antipatie tra i generali ed i comandanti nemici che, venendo deposti e sostituiti da altri graduati, osteggeranno i propri "colleghi" per poter riconquistare la loro posizione.

Nel corso della serie, oltre al modulo precedentemente descritto, il Goldrake 2 pilotato da Alcor, si aggiungera' il "Delfino Spaziale" che pilotato da Venusia e che permettera' a Goldrake di muoversi agevolmente anche in acqua, e la "Trivella Spaziale", pilotata da Maria, sorella di Actarus creduta morta, anch'essa sopravvissuta all'attacco di Vega su Fleed e fuggita sulla Terra. La serie termina con l'attacco finale delle flotte di Vega che, dalla bese lunare, si dirigono in forza contro la Terra. Actarus affronta il nemico nello spazio, ma ormai l'attacco degli extraterrestri e' solo l'ultimo atto di una guerra giunta ormai alla fine: Re Vega viene pugnalato da un suo generale ed e' in punto di morte. Per Goldrake non e' difficile annientare la forza nemica e salvare la Terra dalle devastazioni di Vega.

Finita la guerra, Acatrus e Maria decidono che e' ormai tempo di tornare su Fleed che e' tornato ad essere un pianeta abitabile ed assumersi le loro responsabilita' di principi, per ricostruire tutto cio' che era stato distrutto. Cosi', tra le lacrime, Alcor, il dottor Procton, Venusia e gli altri amici salutano i due eroi che con il loro coraggio hanno salvato la Terra dalla sicura distruzione.

Il Robot

Goldrake e' un robot costruito sulla stella Fleed. Alto 30 metri, pesante 28 tonnallate, e' il robot piu' imponente tra quelli nagaiani, ed anche il piu' forte, tuttavia e' adatto prevalentemente al combattimento sulla terraferma. Infatti, non puo' volare, e si trova facilmente in difficolta' se costretto a duellare nelle profindita' marine.
Per diminuire le suo gap nelle condizioni sopracitate, gli scienziati della stella Fleed lo dotarono di un'astronave per combattere in cielo e soprattutto nello spazio (per il quale era stato originariamente progettato). Sulla Terra, il dottor Procton aiutera' ulteriormente Goldrake fornendogli una miniflotta di mezzi volanti che unendosi ad esso, lo renderanno maggiormente capace negli scontri in cielo (Goldrake2, guidato da Alcor), acqua (Delfino Spaziale, Venusia) e sottoterra (Trivella Spaziale, Maria).



Guarda altre gallerie e renderings sugli Anime robots in 3d





Inserisci il tuo commento