Cerca nel sito:

Mobile Suit Gundam in 3d

Di Gianluca Panebianco, Data di pubblicazione: 16 Marzo 2000, Ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2000

I modelli in 3d

RX-78 Gundam : dopo le esperienze di modellazione acquisite con il 3d Studio 4 con i vari Mazinga, Boss Robot, Daitarn 3 e Vultus V, nel 1999 ho cominciato ad avvicinarmi a Lightwave 3D. Dopo un mese circa passato a prendere un po' di dimestichezza coi comandi e soprattutto con il differente approccio all'impostazione delle scene, nel giugno 1999 ho modellato l'RX-78.

Ho passato moltissimo tempo ad ottimizzare il modello per velocizzare i rendering mantenendo alto il livello di dettaglio. Per questo motivo il modello e' adattabile anche ad uso nei videogiochi, eliminando i dettagli interni e quelli piu' piccoli sosotituibili da textures (o da elementi meno dettagliati, come nel caso delle mani).
Il modello e' composto da soli 18.979 poligoni di cui 3.186 solo per la testa, mentre 5.706 e' il numero totale di poligoni utilizzati per le mani.
L'animazione del modello e' affidata alla cinematica inversa (IK) per una resa piu' realistica.
Tutti i 64 elementi di cui si compone il Robot sono animabili, compresi i razzi posizionati posteriormente al robot, sotto allo "zaino". Il bacino e' diviso in 7 parti distinte, a formare una specie di gonnellino: una parte centrale e 6 placche che si muovono su un solo asse (3 per la parte destra e 3 per la parte sinistra - frontale, laterale, posteriore-).

RX-77 Guncannon : realizzato nel luglio 1999;

RX-75 Guntank : realizzato nel settembre 1999 / marzo 2000

La Serie

La prima serie di una delle saghe anime piu' famosa, ha avuto un inizio travagliato non solo in Italia, come molti di voi sapranno, ma anche in Giappone.
Ispirandosi ad un romanzo fantascientifico di R. Heinlein, "Starship Troopers" (Fanteria dello Spazio, da cui e' stato tratto anche l'omonimo film) la Sunrise, dopo i precedenti successi ottenuti con Zambot 3 e Daitarn 3, produsse nel 1979 una nuova serie robotica dal titolo "Mobil Suit Gundam".
Gundam all'inizio non ebbe molto successo, ed addirittura la produzione fu costretta a "tagliare" una decina di puntate per lo scarso interesse che riscuoteva nel pubblico.
I motivi di questo insuccesso furono paradossalmente gli stessi che hanno reso "immortale" questa saga, ovvero il fatto di discostarsi notevolmente dalle altre serie robotiche di quel tempo, soprattutto nella trama, molto articolata, nella caratterizzazione dei personaggi e nella vulnerabilita' dei Robot "buoni". L'RX-78 infatti puo' essere distrutto, fuggire perche' in difficolta': tutto cio' era una vera e propria novita' per gli anime robotici. Altro punto di una certa novita' riguarda anche la trattazione di tematiche sociali complesse, come la xenofobia, la sovrapopolazione della Terra, ecc.
Solo dopo alcune repliche Mobil Suit Gundam raggiunse il meritato successo.
In Italia venne importato illegalmente, trasmesso dapprima su Telemontecarlo (1980), poi dalle miriadi di TV locali. Delle 43 puntate di cui si componeva la serie, vennero trasmessi solo i primi 39. La Sunrise, dopo la messa in onda di Gundam in Italia senza il pagamento dei diritti, ne ha vietato la diffusione nel nostro paese in qualunque forma. Successivamente ha imposto come condizione che la casa distributrice che vorra' acquisire i diritti di questa serie, dovra' farlo per tutto cio' che e' stato prodotto: anime, manga, oav, modellini, ecc. Per questo motivo e' molto difficile che in tempi brevi si possa vedere Gundam qui da noi, essendo solo un paio le case distributrici che potrebbero sostenere una spesa del genere...

Il Robot

Il Mobile Suit che conosciamo, il modello RX-78 "Gundam" e' in realta' la seconda versione del robot da combattimento creato dal padre di Peter Rei: la prima (che poi era il prototipo) aveva una colorazione differente, in bianco e nero, senza il rosso ed il blu.
Andando nei dettagli, il Gundam e' un robot "agganciabile", in quanto diventa operativo nel momento in cui la parte superiore (torace, testa, braccia) e quella inferiore (bacino e gambe) si uniscono al core fighter, il caccia stellare guidato da Peter rei che, con una opportuna trasformazione, diventa la vita del robot (e' la parte rossa).
L'RX-78 e' alto 18 metri, pesa 43,4 tonnallate a secco, 60 a pieno carico ed e' armato con un Beam Rifle, due Beam Saber (le spade laser), un Hyper Bazooka. Oltre a questo, e' anche dotato di uno zaino in cui si trovano due reattori: questi, rendono possibili i movimenti nello spazio, mentre nell'atmosfera, aiutano Gundam a spiccare salti di grande portata o, in caso di caduta da alte quote, ad attutire l'impatto sul suolo.

La storia

L'umanita' e' in grande crisi: la forte crescita demografica sta portando a gravissimi problemi. Fortunatamente la conquista dello spazio e' ormai possibile: la Federazione Terrestre (una specie di evoluzione dell'ONU con piu' poteri) comincia cosi' a costruire delle colonie spaziali orbitanti attorno alla Terra su cui si trasferisce la maggior parte della popolazione. E' una nuova era per l'umanita', e questo fatto induce gli uomini a cambiare anche il calendario, passando dalla numerazione degli anni da d.C (dopo Cristo) in U.C. (Universal Century, secolo spaziale).
Cominciano cosi' a crearsi le prime divisioni all'interno della popolazione, che verra' distinta in Terranoide (gli uomini nati e vissuti sulla Terra), e Spazionoide (coloro che invece sono nati nelle colonie spaziali), termini con un'accezione dispregiativa. Nascono i primi gruppi di "indipendentisti", coloro che non vogliono piu' sottostare al comando della Federazione Terrestre. Tra questi gruppi, il piu' importante e' quello che si basa sulle teorie di Zion Zum Daikun, che ipotizzava l'esistenza tra gli spazionoidi di alcuni esseri detti "newtype", uomini dotati di particolari capacita' e quindi superiori rispetto ai Terranoidi.
Assunto il comando della colonia Side3 gli spazionoidi "ribelli" proclamano l'indipendenza e costituiscono la prima Repubblica di Zion. E' il primo passo verso una guerra che scoppiera' quando, in seguito alla morte di Zion Zum Daikun, la repubblica diventa una dittatura di tipo militare facendosi piu' aggressiva.
Nell'anno U.C.0079 le due parti vengono allo scontro; gran parte della popolazione rimane vittime degli attacchi dell'una o dell'altra fazione, ma e' la Federazione a trovarsi spesso a soccombere contro le truppe di Zion, costituite da nuovissimi robot alti 18 metri soprannominati "Zaku" contro i quali le armi dei terranoidi sono inadeguate.
In questo scenario prende il via la serie: sulla colonia Side7 il protagonista, Peter Rei (Amuro Rei originariamente), riesce a sopravvivere miracolosamente ad uno degli attacchi di tre Zaku rifugiandosi con i suoi amici nella base dove il padre, scienziato di grande fama, ha appena ultimato l'arma capace di sostenere un combattimento contro le forze di Zion: si tratta del Mobile Suit RX-78 "Gundam", un prototipo sul quale Peter Rei sale immediatamente per scagliarsi contro i robot nemici, guidati tra gli altri da Char Aznable, uno dei piloti migliori dell'esercito di Zion nonche' filgio di Zion Zum Daikun. Peter Rei con suo padre, i suoi amici ed un altro manipolo di uomini saranno costretti a fuggire a bordo dell'astronave "Base Bianca", che diventera' il centro di controllo principale contro la potenza di Zion.
Cominciano cosi' le vicende, complesse ed intricate soprattutto quelle psicologiche, in cui i protagonisti saranno spesso travolti da dubbi, paure, incertezze, ed in cui l'odio per i nemici sara' accompagnato da profondo rispetto, e le gelosie interne alle fazioni saranno determinanti per l'esito finale della guerra.

Versione in inglese: Gundam



Guarda altre gallerie e renderings sugli Anime robots in 3d



Inserisci il tuo commento