UI-UX designer, Front-End wed developer,
Web Marketing certificato, designer 3D
©1996-2021 Gianluca Panebianco

Analisi UX e UI design per un software di sorveglianza e domotica (2003-2011)

Di Gianluca Panebianco, Pubblicato: 1 Gen 2008

Home > Portfolio > Analisi UX e UI design per un software di sorveglianza e domotica (2003-2011)

Analisi UX e UI design per un software di sorveglianza e domotica (2003-2011)

Ho partecipato, all'interno del team di sviluppo Taiprora, un software di videosorveglianza completo per sistemi Microsoft Windows, per conto di una società del Nord Italia leader in sistemi di sicurezza.

Il Sistema è stato progettato come una soluzione completa, che potesse fungere sia come software di building automation, in quanto consente di gestire un intero edificio qualunque esso sia (impianto industriale, palazzo, villa, ecc), ma anche come soluzione per la domotica, potendo essere applicato anche a situazioni più semplici (come un appartamento). Il sistema è inoltre completo di un sistema di videosorveglianza per la sicurezza, che consente anche di bloccare/sbloccare l'accesso fisico del personale in alcune aree o locali.

Il software ha infatti il compito di consentire la supervisione e la gestione dell'accesso ai vari locali dell'edificio (apertura e chiusura di porte, portoni e cancelli), e dell'erogazione dei servizi attivabili all'interno dei locali, come ad esempio l'accensione dei sistemi HVAC, dell'energia elettrica, dell'acqua calda/fredda.
Il Sistema consente anche di controllare i citofoni ed i sistemi CCTV (videocamere di sorveglianza).

L'interfaccia grafica del software mostra la mappa dei locali, su cui vengono visualizzate delle icone quando lo stato di alcuni sensori viene modificato. L'utente può gestire l'erogazione dei servizi su ogni singola stanza, selezionandola con un click del mouse su di essa: al click vengono resi disponibili una serie di operazioni sulla locazione.
Se la struttura è molto estesa o organizzata su più livelli, l'interfaccia viene suddivisa in più "mappe" (ad esempio una per piano, in caso di un palazzo), in modo da poter gestire più facilmente le singole locazioni.
Nella sala controllo (che può essere allestita per accogliere più operatori), ogni postazione pùò essere munita di più monitor. Viene fornito un display 55 pollici di sola supervisione (con interfaccia ridisegnata e semplificata) comprendente l'intera mappa controllata, per avere un'immediata visione della situazione corrente e delle eventuali problematiche in corso.

L'operatore con permessi specifici può inoltre oppure può attivare/disattivare uno o più servizi su tutta la struttura, o su alcun gruppi di aree.
Infine, l'alta flessibilità di questo sistema consente di impostare l'erogazione dei servizi in orari stabiliti (accensione luci esterne in una fascia oraria, accensione automatica dell'aria condizionata solo in certe condizioni, ecc).

Sono presenti funzionalità di statistica e di controllo, oltre alla possibilità di gestire il log degli avvisi e degli allarmi.
Realizzato dal 2003 al 2008 (prima versione) e dal 2009 al 2011 (seconda versione).

Ruolo nel progetto

All'interno del team di sviluppo dellla Taiprora, mi sono occupato dell' analisi funzionale del software e dell'analisi dell'usabilità, realizzando un primo prototipo funzionante da far visionare al cliente per approvazione. Ho inoltre progettato il design dell'interfaccia grafica del front-end (sia la versione 1 del 2003, sia la versione 2 del 2009) ed ho dato supporto agli sviluppatori convertendo il design concept in elementi grafici da utilizzare nel software.
Mi sono occupato, infine, della realizzazione dei manuali utente in italiano ed inglese.

Cliente

Il Cliente è una società del Nord Italia che opera nel settore della sicurezza con sistemi di chiusura per mezzi di custodia, controllo accessi, serrature, cilindri di sicurezza e sistemi a chiave maestra. E' fornitore dei maggiori istituti di Credito a livello Nazionale, fornisce inoltre componenti e servizi ai principali costruttori di cassaforti italiani e di alcuni Enti Istutuzionali.

Inserisci il tuo commento