Cerca nel sito:

La mia esperienza con la stampa 3d con Shapeways

Di Gianluca Panebianco, Data di pubblicazione: 26 Luglio 2019, Ultimo aggiornamento: 26 Luglio 2019

La stampa 3d si è fatta largo negli ultimi anni sia a livello industriale per la prototipazione, ma soprattutto in ambito consumer: oggi praticamente chiunque ha la possibilità di stampare autonomamente le proprie creazioni (al riguardo ho anche realizzato un articolo sulle più interessanti stampanti 3d consumer del 2019). Tra le possibilità per convertire i vostri file 3d dal digitale al reale ci sono numerosi service di stampa 3d online che per una manciata di euro vi metteranno a disposizione un’ampia varietà di soluzioni: materiali, dimensioni, e qualità.

Tra i servizi oggi disponibili, oggi voglio parlavi di Shapeways, uno dei primi service di stampa 3d online, e probabilmente per opzioni disponibili ad oggi uno dei migliori, che ho utilizzato per alcune realizzazioni (ad esempio la tazza da cappuccino in ceramica a forma di testa di Jeeg Robot): in questo articolo voglio mostrarvi un po’ più in dettaglio un vecchio progetto: la stampa 3d del mio Jeeg in 3d.

Questo è quello che ne è venuto fuori...

Premetto subito che non si tratta di una “marchetta”, ma voglio solo fornire la mia esperienza che magari potrà servire a coloro che volessero avvicinarsi per la prima volta alla stampa 3d senza necessariamente acquistare una stampante 3d - che tra l’altro richiede una serie di conoscenze ed accorgimenti differenti dalla pura modellazione 3d per scopi visual. 

Quindi, se siete semplicemente dei designers 3d desiderosi di vedere da vivo quello che avete progettato, realizzato e sempre visto solo ed esclusivamente sul monitor, Shapeways come diversi altri services di stampa 3d vi consentono di uploadare il vostro modello 3d e, tramite una interfaccia web più o meno avanzata, effettuare una serie di scelte che culminano con l’invio di un ordine, il pagamento del servizio di stampa e, dopo un periodo di attesa che varia da qualche giorno a qualche settimana, finalmente riceverete il vostro modello 3d stampato.

Qualche anno fa ho effettuato questo test di stampa in 3d tramite il sito Shapeways, provando a realizzare un modello reale a partire da un modello digitale modellato con Lightwave 3d nel lontano 1999. La stampa è stata realizzata nel 2012, quindi attenzione che l’interfaccia di Shapeways si riferisce a quell’anno: oggi sono cambiate molte cose.

Preparazione del modello 3d per la stampa 3d

Come dicevo, sono partito da un vecchio modello 3d di Jeeg robot realizzato con Lightwave 3d e, dopo averlo messo nella posa che volevo avesse, l'ho esportato come oggetto unico (il modello originale è infatti composto da sottomodelli differenti). Tornando in Modeler, ho settato la dimensione del modello 3d a circa 12 cm, che per me andava abbastanza bene. Questo perchè al tempo Shapeways non consentiva di modificare il modello caricato online: era necessario uploadare il modello finale e non c’erano molti parametri per modificarlo online.

Qui sopra potete vedere la preview di Lightwave relativa al modello 3d che ho deciso di stampare.

Il modello è molto vecchio, ed al tempo per ridurre i tempi di calcolo dei rendering l’avevo ottimizzato riducendone il numero di punti e poligoni con un plugin di Lightwave chiamato QemLoss2 (oggi Reduce Poly +) che purtroppo ne ha compromesso la pulizia. Ovviamente quando effettuai quelle modifiche pensai bene di buttare le versioni precedenti… :P

Ad ogni modo qui sopra vi riporto il riepilogo dei punti e poligoni del modello utilizzato; come vedete non è molto dettagliato per essere una statua, anche se la dimensione non è enorme (ma si noterà nel risultato finale, come vedremo in seguito). 

Avrei potuto aumentarne la qualità e la risoluzione, ma il processo mi avrebbe fatto spendere un bel po’ di tempo in ottimizzazioni di dettaglio che ho preferito evitare in questa fase (dovute al fatto che le operazioni booleane di Lightwave a volte generano “buchi” nel modello che così sarebbe risultato non stampabile).

Una volta arrivato al modello definitivo, prima di uploadarlo su Shapeways l’ho controllato su Meshlab (http://www.meshlab.net). Oggi probabilmente non serve più: molti software di modellazione 3d hanno dei tools che vi consentono di generare un modello 3d corretto per la stampa 3d, ed anche Shapeways ha delle opzioni online per semplificarvi queste operazioni. 

Upload del modello 3d su Shapeways, materiali e impostazioni varie

Le procedure di upload sono piuttosto veloci, basta iscriversi al servizio, e in alto a destra dello schermo viene subito riportata l’opzione per caricare il vostro modello. Il caricamento è semplice ma necessita che abbiate il vostro modello convertito in uno dei formati da loro accettati.

Terminato l’upload entrerete nel pannello di preview del modello, che al tempo consentiva di effettuare solo poche modifiche:

Da qualche anno, invece, il loro sistema di controllo online dei prodotti caricati è migliorato notevolmente e oggi potrete modificarne le dimensioni direttamente online, verificando in tempo reale la differenza di prezzo.

Oggi infatti, una volta effettuato l'upload avrai accesso ad un applicativo web con una serie di parametri e che farà una serie di test sul modello, consentendoti di modificare la dimensione del modello finale, verificando se nel modello ci siano delle incongruenze o delle criticità (alcune potrai risolverle direttamente con il loro strumento online), e seguendoti anche nella fase di scelta dei materiali e delle opzioni accessorie in modo da costruire il tuo preventivo finale in maniera molto semplice ed intuitiva, aggiornandoti sulle differenze di costo ad ogni click.

Shapeways comunque pubblica una tabella descrittiva di ciascun materiale in cui viene riportato anche lo spessore minimo consigliato per l'oggetto 3d.

Prezzo della stampa 3d con Shapeways

Appunto il prezzo… è importante tenere sempre in mente che per i costi di un modello ci sono due parametri determinanti.

  • la quantità di materiale usato per la stampa

  • il tipo di materiale utilizzato. Potete stampare in plastica, metallo, alluminio, porcellana, bronzo, argento, oro, ecc. In alcuni casi potete definire anche il colore oppure come dicevo prima, per alcuni materiali avete la possibilità di allegare al modello 3d anche le relative textures con mappatura atlas per ottenere un modello reale a colori!

Quantità e tipo di materiale determineranno oltre al prezzo anche la solidità del modello.

Ricordate che a seconda del materiale cambierà anche il dettaglio: ci sono materiali la cui stampa darà un modello maggiormente definito, altri materiali che daranno un risultato più grezzo (rugoso, a cui potrete aggiungere una levigatura del modello ad un costo aggiuntivo) e con i dettagli meno evidenti.

Essendo una stampa di test, ho scelto un materiale economico (“natural sandstone”) con definizione dei dettagli media. Il modello è alto 12 cm, ed il costo è di 23 euro più tasse e spese di spedizione (totale 36 euro).

Sicuramente un costo non basso, qualcuno dirà “ok ma si tratta di un ordine effettuato nel 2012, al tempo la stampa 3d consumer era ancora agli albori”; certamente, ma è lo stesso prezzo richiesto oggi per la sua ristampa. Un po’ troppo, soprattutto considerando che la mia Creality CR10S acquistata nel 2018 può stamparlo ad un costo notevolmente inferiore. Ovviamente sono due piani diversi, e su Shapeways pagherete anche la possibilità di evitare lo “sbattimento” di produrvi da soli una stampa 3d. 

Spedizione, imballaggio e tempi di attesa

Una volta effettuato l’ordine, dovrete attende diversi giorni afinchè il modello sia nelle vostre mani: infatti la stampa del modello 3d impiegherà diversi giorni per essere pronta (a seconda del materiale scelto), quindi dovrete attendere alcuni giorni per la spedizione. La stampa viene effettuata negli Stati Uniti (se ricordo male nella factory vicino a New York).

Ad ogni modo, il pacco che riceverete sarà ottimamente imballato, di dimensioni enormi rispetto a quello che vi aspettereste, per evitare che il vostro modello possa subire dei danni.

Risultato finale: il modello stampato in 3d

Nelle foto seguenti potete vedere il risultato ottenuto: ho posizionato il modello 3d stampato accanto ad un DVD in modo che possiate rendervi conto delle sue reali dimensioni.

Alcune considerazioni sul modello:

  • Il modello risente della bassa qualità - risoluzione del modello originale e osservandolo in dettaglio in alcuni casi si possono identificare i poligoni (oggi non manderei in stampa un modello cosi’!)

  • La qualità del materiale non è buona: è molto porosa, ma soprattutto al tatto è molto fragile (nonostante il riempimento del modello sia al 100%): ad esempio la base (che avevo realizzato molto sottile) recentemente si è rotta prendendo un piccolo colpo (sigh!). Paragonandolo a stampe in PLA come con la mia CR10S (che di solito imposto con riempimento al 40%), non ci sono paragoni in quanto a qualità generale, consistenza al tatto e solidità/resistenza ai colpi. Certo il materiale usato con Shapeways era il più economico, ma comunque parliamo di un “relativamente economico”, essendo costato 23 euro + tasse, ed il peso del modello stampato è di soli 56 grammi! (l’equivalente in PLA costerebbe 1,12 euro considerando una buona bobina standard da 1kg a un prezzo forfettario di 20 euro, ad es. Sunlu). 

Considerazioni finali

Tutto sommato mi ritengo soddisfatto: Shapeways è un ottimo servizio di stampa 3d, il sito è molto ben fatto ed effettuare un ordine è molto semplice e non ho dovuto faticare troppo a produrre il modello (nonostante l’anno 2012). Ogni passaggio - dall’upload del modello 3d al pagamento ed al tracking del pacco - è intuitivo e l’interfaccia guida l’utente ad ogni passaggio.

Inoltre tutti gli ordini sono tracciati e storicizzati: potrete rivedere anche diversi anni dopo ogni dettaglio (materiale, costo, ecc), e magari decidere di effettuare una nuova stampa, il tutto in pochissimi click e senza dover uploadare di nuovo il modello.

Sicuramente se volete effettuare una stampa 3d ma non volete o potete avere una stampante 3d vostra ve lo consiglio, ma occhio al prezzo finale perchè può variare molto a seconda del modello che fornite e del materiale, e ai tempi di spedizione che potrebbero essere lunghi.

Ideale poi se vorrete stampare dei modelli con materiali pregiati come oro, platino, argento, il bronzo (che potrete placcare in oro o argento), o alluminio. Perfetto per fare un regalo unico. Io l’ho fatto, e magari la prossima volta ve ne parlerò in dettaglio...

Oppure ancora per avviare un piccolo business, dal momento che potrete vendere le vostre realizzazioni tramite il loro marketplace.

Ultima cosa: nel corso degli anni mi sembra che i prezzi siano aumentati contrariamente a quanto si poteva immaginare ed alcuni materiali interessanti, come la ceramica, sono spariti. A voi non sembra?

E voi che esperienza avete con la stampa reale di modelli 3d usando service online?



Inserisci il tuo commento